L’obiettivo principale CEC è quello di monitorare i cambiamenti nella criosfera alpina. Inoltre è responsabile della supervisione di tutte le reti di monitoraggio nazionali a lungo termine riguardanti lo studio della criosfera.di più

Immagine: NASA Earth Observatory, Jesse Allen and Robert Simmondi più

CEC in breve

La rete di monitoraggio della Commissione Criosfera (CC) è stata fondata nel 1893 integrando la commissione glaciologica con l’Accademia Svizzera di Scienze Naturali (SCNAT) all’interno della Piattaforma Geoscienze. L’obiettivo principale di questa commissione è quello di monitorare i cambiamenti nella criosfera alpina in relazione agli attuali cambiamenti climatici. Inoltre la CC è responsabile della supervisione di tutte le reti di monitoraggio nazionali a lungo termine riguardanti lo studio della criosfera. La commissione lavora in stretta collaborazione con la Società Svizzera Neve, Ghiaccio e Permafrost (NGP).

Ausblick auf Alphubel, Rimpfischhorn, und Strahlhorn mit Adler- und Findelengletscher
Ausblick auf Alphubel, Rimpfischhorn, und Strahlhorn mit Adler- und FindelengletscherImmagine: Martin Hoelzle

Neve e ghiaccio costituiscono elementi fondamentali per l’essere umano (clima, approvvigionamento idrico, rischi naturali, educazione ed economia etc.). Per questo motivo l’osservazione continua della criosfera assume sempre più un ruolo preponderante all’interno del ben più generale monitoraggio sui cambiamenti climatici. Grazie ad una delibera (richiesta dal Dipartimento Federale dell’Interno) del Concilio Federale Svizzero nel 2008 si è reso possibile salvaguardare le finanze per le campagne di misure a lungo termine. Il ruolo importante della Svizzera nel campo dell’osservazione e monitoraggio dei cambiamenti climatici è rafforzato da questo sistema di finanziamento sostenibile a lungo termine per differenti serie di misure (soprattutto riguardanti ghiacciai e permafrost). Il finanziamento è assicurato dal Global Climate Observing System (GCOS), MeteoSvizzera, l’Ufficio Federale dell’Ambiente e l’Accademia Svizzera di Scienze, oltre alla partecipazione di varie Università e istituti di ricerca scientifica.

Eventi, Notizie, Pubblicazioni

Mesure de résistivité électrique du sol effectuée au Stockhorn (VS, 3'400 m asl.)
Refroidissement superficiel du pergélisol en suisse

Au cours de l’année hydrologique 2021, les mesures à long terme du pergélisol dans Alpes suisses présentent un constat différent selon la profondeur: Des conditions atmosphériques plus froides ont entraîné

Immagine: C. Mollaret
Stations de mesure du pergélisol sur le plateau du Stockhorn près de Zermatt (3400 m asl., VS)
Le pergélisol en Suisse se réchauffe de plus en plus

La tendance au réchauffement du pergélisol observée ces deux dernières décennies dans les alpes suisses se poursuit et s’accentue au cours de l’année hydrologique 2019/2020. C’est ce que montrent plus

Immagine: Andreas Hasler
The collapse of a cave under the ice has caused the tongue of the Findel Glacier (VS) to abruptly recede and now ends in an ice wall. Here, an old measuring stake is hardly spared.
Il ritiro dei ghiacciai continua senza sosta

Il volume dei ghiacciai svizzeri ha continuato a diminuire anche durante l’estate 2020. Senza essere estremo, il declino rimane massiccio e sta cambiando per sempre l'immagine delle Alpi. L’acqua persa

Immagine: M. Huss